Impianti dentali All on six

All on six è una tecnica implantologica di nuova generazione. Tale tecnica prevede l’inserimento di una protesi dentaria, a totale sostituzione dei denti naturali mancanti, fissandola su sei impianti dentali.

Vediamo insieme le sue caratteristiche e i suoi costi.

Cos'è l'implantologia a carico immediato?

La terminologia "Carico Immediato" significa che i denti sono immediatamente posizionati sugli impianti dentali in modo fisso (non si tratta quindi di una protesi mobile).

Attraverso una protesi provvisoria fissa, posizionata sugli impianti dentali appena inseriti, il paziente non si dovrà più più preoccupare di rimanere senza denti in attesa della guarigione dei tessuti per posizionare successivamente la protesi definitiva fissa.

Non si tratta di certo solo ed esclusivamente di una necessità per recuperare il proprio aspetto estetico ma entra in gioco anche la funzionalità dei denti sia per la fonetica che per favorire una normale masticazione del cibo.

Carico immediato e impianto tradizionale: differenze

In generale, le opinioni dei pazienti e dei professionisti dell'odontoiatria concordano su una cosa: l'impianto a carico immediato è sicuramente migliore di quello tradizionale. La differenza tra i due sta nel fatto che se si effettua un impianto a carico immediato non si rimane mai senza denti e, al momento di inserire la protesi definitiva, i tessuti molli sono già guariti.

Nello specifico, l’implantologia a carico immediato può essere suddivisa in due principali tecniche: All on four e All on six. Vediamo quali sono le principali differenze tra l'impianto All on 4 e l'All on 6.

Impianti All on Four e all on 6: che cosa sono

Gli impianti All-on-four e All-on-six  sono stati introdotti dalla Nobel Biocare (una ditta produttrice di impianti dentali). Il loro protocollo permette di riabilitare intere arcate dentali.

Questi impianti dentali, dunque, sono indicati in particolar modo per le persone che hanno perso tutti i denti (edentulia totale) con importanti atrofie ossee. 

Ma in cosa consistono? Queste due tecniche piuttosto recenti permettono al dentista di inserire in una sola volta da quattro a sei impianti sui quali bloccare immediatamente, in modo da ripristinare a fine chirurgia, un’intera arcata dentaria o entrambe le arcate. Il loro nomi significano infatti rispettivamente "Tutto-su-quattro" e "Tutto-su-sei".

Secondo le metodiche All-on-four o All-on-six, il posizionamento degli impianti non è dritto come negli interventi classici, bensì inclinato, in modo da sfruttare al meglio le quantità ossee.

Il vantaggio per il paziente è quindi quello di ottenere una intera arcata dentale in una sola volta anche in presenza di gravi riassorbimenti ossei. Grazie a queste tecniche si possono avere in breve tempo denti paragonabili a quelli naturali sia come resa estetica che come funzionalità masticatoria.

Un solo intervento

Questa tecnica chirurgica permette riabilitazioni complete a numero ridotto di impianti. Non non sarà dunque necessario sottoporsi ad un numero elevato di impianti e non si dovrà portare la dentiera, che spesso comporta nel paziente non solo disagio psicologico ma anche un progressivo riassorbimento osseo.

Quando sono consigliati gli impianti All-on-four e All-on-six

Gli impianti dentali All-on-four e All-on-six sono indicati per pazienti con almeno un’ arcata priva di denti; con denti irrecuperabili perché compromessi; con una quantità ossea insufficiente per l’implantologia tradizionale.

All on 4 e All on 6: differenze

Attraverso la moderna e innovativa tecnica dell’implantologia All on 6 è possibile ricostruire un’intera arcata con dei denti fissi. La tecnica consiste nell’applicazione di una protesi di 12-14 denti chiamata Toronto Bridge, sorretta da 6 impianti. Può essere effettuata sia sull’arcata superiore che su quella inferiore.

È possibile realizzare questa tecnica anche con 4 impianti (tecnica All on 4, di cui abbiamo già parlato). La scelta tra le due tipologie può dipendere dalla situazione del paziente e saranno i medici professionisti a valutarla. Ovviamente, l’All on 6 garantisce maggiore stabilità della protesi avendo un numero più alto di impianti che la sorreggono.

Gli step dell’intervento

Con l’implantologia All on 6 è possibile riavere tutti i denti in un’unica seduta. La protesi definitiva verrà però applicata dopo 3-6 mesi (a seconda dell’arcata) dall’intervento, per dare il tempo necessario alla guarigione dei tessuti e all’osteointegrazione degli impianti evitando così quei micromovimenti che possono disturbare il processo di osteointegrazione.

Di seguito gli step dell’All on 6:

  • Estrazione dei denti ancora presenti ed eliminazione delle infezioni;
  • Inserimento di 6 impianti nell’arcata;
  • Applicazione della protesi provvisoria per proteggere i 6 impianti inseriti;
  • Applicazione della protesi fissa definitiva nei 3-6 mesi successivi dall’intervento.

Quali sono i vantaggi degli impianti All on Four e degli impianti All on 6

Questi impianti dentali risultano vantaggiosi per diversi motivi. Vediamone alcuni.

In primo luogo, risultano essere una riabilitazione ideale nei pazienti anziani o nei pazienti con qualche problema di salute.

Si possono inoltre eseguire su pazienti con poco osso, che con le tecniche tradizionali dovrebbero invece sottoporsi a grandi ricostruzioni ossee.

Richiedono tempistiche estremamente ridotte (generalmente, si completa l'operazione in una sola seduta) e sono poco invasivi.

Sono estremamente sicuri grazie anche all’impiego di tecniche computer assistite.

E ancora:

Consentono il raggiungimento di un effetto estetico  pari a quello di una dentatura naturale; permettono di ripristinare una funzionalità masticatoria ottimale; riducono al minimo il disagio post operatorio; hanno lunga durata nel tempo.

Riassumendo: perché scegliere l’implantologia All on four e All on six?

Scegliere l'implantologia con i sistemi di impianti dentali All on Four e All on 6 permette al paziente, che ha subito in passato la perdita dei denti, il recupero immediato, disponendo di nuovo non solamente di un bel sorriso ma di una dentatura da tale da potere riprendere le vecchie abitudini alimentari, senza fare alcun tipo di rinuncia.

Sfoggiare una dentatura completa, con la forza e la resistenza di una dentatura naturale, senza apparire posticcia, ma perfettamente abbinata al palato del paziente, sono i principali motivi che spingono verso questa terapia ricostruttiva che, con un intervento piuttosto breve e un post operatorio poco invasivo, risulta tollerato egregiamente anche dai pazienti più anziani o con complicazioni cliniche.

Nel dettaglio: di seguito, i maggiori vantaggi dati dall'implantologia All on six.

Funzionalità:
  • Possibilità di applicare tutte le protesi fisse su entrambe le arcate in un’unica seduta;
  • Sarà possibile applicare protesi per un’intera arcata con 10-12 nuovi denti sorretti da soli 4 impianti inseriti in specifici punti strategici che garantiranno stabilità perfetta alle future protesi fisse;
  • Stabilità garantita anche in presenza di tessuto osseo minimo;
  • Il vantaggio unico è che i denti di un’arcata completa vengono fissati su quattro impianti sulle zone della bocca dove l’osso solitamente non si riassorbe;
  • Comfort;
  • Guarigione rapida;
  • Non sono necessari interventi invasivi come quelli praticati per aumentare il volume dell’osso;
  • Intervento poco invasivo: perché non richiede rigenerazione ossea e utilizza il minor numero possibile di impianti;
  • Gli impianti costituiscono una sorta di radice che si integra perfettamente nel tessuto osseo.
A livello della Masticazione:
  • Ripresa della propria funzionalità.
  • Dentatura naturale anche per il palato.
  • Tra la protesi fissa e la gengiva vera non si depositeranno residui di cibo: i denti della protesi comprimeranno la gengiva in maniera tale da non permettere che ci sia spazio su cui il cibo possa depositarsi. I residui di cibo scivoleranno via sulla superficie liscia della protesi;
  • Recupero della capacità masticatoria distribuita in modo equilibrato su entrambe le arcate.
A livello estetico:
  • Ricostruzione e recupero di una completa dentatura;
  • La protesi dona il comfort di una dentatura naturale;
  • Stabilità ottenuta anche con volume osseo ridotto al minimo;
  • Ripristino dell’assetto originario dei denti;
  • Recupero morfologico ed estetico del viso e del sorriso;
  • Con un ridotto numero di Impianti, 4 o 6, puoi sostituire tutti i denti mancanti;
  • Effetto antiage: i tessuti periorali (quelli attorno alla bocca) non si svuoteranno e non cederanno.
A livello psicologico:
  • Recupero del benessere psicofisico;
  • Ritorno alla propria vita sociale senza disagi;
  • Migliore qualità della vita.
Risparmio di spesa:
  • Più conveniente rispetto a un trattamento di implantologia tradizionale;
  • Un ridotto numero di impianti corrisponde a minori costi;
  • Per riabilitare completamente un’arcata dentaria sono necessari soltanto 4, al massimo 6 Impianti. Questo permette un notevole risparmio di spesa rispetto all’implantologia tradizionale che richiede più di 6 impianti e protesi cementate.
Risparmio tempo:
  • Con questo trattamento di implantologia a carico immediato, non serviranno più mesi di trattamento;
  • L’inserimento di soli 4 o 6 (a seconda del caso) Impianti dentali avviene in un’unica seduta in un’unica giornata;
  • Soluzione permanente di lungo termine;
  • Il paziente recupera velocemente e non saranno necessari altri interventi di innesti o di aumento osseo;
  • Denti fissi in meno di 24 ore: questo intervento si effettua in una sola seduta e al termine, potrai avere subito la tua protesi fissa provvisoria;
  • Dopo 3 mesi, una volta avvenuta l’osteointegrazione, sarà inserita la protesi fissa definitiva;
  • Garanzia dell’impianto a vita.
Sicurezza:
  • Intervento effettuato in totale sicurezza: si opererà con sicurezza sulla mandibola evitando zone a rischio chirurgico in cui sono situate terminazioni nervose che, se lesionate, darebbero luogo a danni neurologici permanenti;
  • La protesi fissa è realizzati in materiali biocompatibili come zirconia e titanio che non provocano reazione da rigetto per corpo estraneo e non presentano metalli dal colore scuro.
Rispetto all’Implantologia tradizionale:
  • Nell’implantologia tradizionale le arcate vengono montate dente per dente: una volta per Riabilitare un’arcata completa era necessario inserire più di 6 impianti e per riavere una dentatura fissa occorreva attendere anche un anno e mezzo: questo vuol dire che un paziente poteva spesso essere senza denti e quindi costretto a portare una protesi mobile per più di 12 mesi;
  • Permette di inserire il massimo numero di denti con il numero minimo di impianti dentali;
  • Inserimento degli impianti dentali (4 o 6) in un solo giorno;
  • Il paziente non dovrà più portare protesi rimovibili provvisorie nell’attesa dell’osteointegrazione degli impianti eseguita in un periodo che varia dai 3 ai 6 mesi;
  • Gli impianti dentali lunghi vengono inseriti in osso residuo evitando complessi innesti ossei.
Rispetto alla dentiera:
  • La protesi non è mobile, ma fissa;
  • Capacità di masticazione ed aspetto estetico di gran lunga superiori;
  • Si torna a mangiare, Sorridere, correre, senza la preoccupazione di avere una protesi mobile.
  • Durante la masticazione, non ci saranno problemi di dislocazione della protesi: essendo fissa, i denti non balleranno;
  • I denti rimangono fissi con una protesi di alto valore estetico;
  • I denti fissi non rischieranno più di cadere;
  • Il palato sarà libero: riscoprirai il sapore dei cibi;
  • Maggiore forza nell’occlusione, e dunque possibilità di mangiare più cibo;
  • Essendo fissa, la protesi non andrà rimossa nelle ore notturne come la dentiera;
  • Stop alle cadute di denti, ulcerazioni, conati di vomito, adesivi e creme.

Le tecniche computer guidate per gli impianti All-on-four e All-on-six

Gli impianti dentali All on 4 e All on 6 sono prerogativa di centri specializzati forniti di strumentazione avanzata e coadiuvati da un team di professionisti adeguatamente formati su queste tecniche.

Il paziente si deve sottoporre ad una visita preliminare, con disamina accurata della situazione clinica, comprensiva di esame radiografico volumetrico per valutare la qualità e quantità ossea e di acquisizione delle impronte.

Grazie a strumenti diagnostici all'avanguardia sarà inoltre possibile effettuare una scansione della bocca del paziente, in modo che i medici possano osservare la struttura dei mascellari e sapere esattamente dove andare a posizionare gli impianti dentali.

Al momento dell’esecuzione degli impianti, l’intervento sarà reso il più sicuro e preciso possibile dall’impiego di moderne tecniche computer guidate.

All on 6: a chi è sconsigliato

L'impianto All on six è sconsigliato ai pazienti che presentano edentulia con insufficienza ossea a livello mascellare e mandibolare; ai pazienti che non possiedono stabilità primaria dell’osso, ovvero tessuto osseo molle; ai pazienti che soffrono di patologie del sistema immunitario; ai pazienti che effettuano radioterapie o Cure con bifosfonati.

Per questo intervento, non sono controindicati, ma sono considerati a rischio i pazienti fumatori e i bruxisti (ovvero, i soggetti che digrignano i denti).

Comportamenti da tenere dopo l’intervento

Normalmente, nei primi 20 giorni dopo l'intervento di implantologia l’implantologo prescrive l’utilizzo di un collutorio alla clorexidina allo 0,2% da utilizzare almeno una volta al giorno per risciacqui dopo aver pulito i denti.

Lo scopo della clorexidina è quello di disinfettare le ferite delle gengive e di abbattere la percentuale di batteri che potrebbero dar luogo ad infezione.

Spazzolare la protesi caricata immediatamente come si faceva con i denti naturali quindi con uno spazzolino a setole medie o morbide e dentifricio.

L’acquisto di un idropulsore è vivamente consigliato specialmente poiché gli ultimi modelli hanno un’ottima pressione e capacità di rimuovere i resti di cibo rimasti tra la le gengive e il manufatto protesico.

Per le prime 3 settimane è consigliato non far uso di filo interdentale e scovolino perché si corre il rischio di strappare i punti di sutura.

La variabilità dei prezzi

Prima di tutto bisogna ricordare che, come accade per tutte le altre procedure dentistiche, anche in questo caso possono subentrare dei fattori che influenzano, anche notevolmente, il prezzo finale. Vediamoli qui di seguito.

La complessità del caso

Il primo tra i fattori che possono influenzare il prezzo di una implantologia dentale riguarda la complessità del caso. Quest'ultima, infatti, può determinare non solo il costo finale ma anche il numero di sedute necessarie per completare l’operazione.

I materiali utilizzati per la realizzazione della protesi

Ci sono materiali più economici e materiali più costosi. In base ai materiali scelti, il prezzo finale dell'operazione potrà subire alcune variazioni.

Quali materiali si possono utilizzare?

Il titanio e l’ossido di zirconio (o zirconia) sono i materiali più diffusi per merito della loro biocompatibilità e capacità di osteointegrazione.

Il primo è un metallo di alta qualità, che non dà rigetto e che si integra totalmente con l’osso.

Le stesse caratteristiche si ritrovano anche negli impianti in zirconia, un materiale non metallico che si presenta nel colore naturale dei denti.

L’affidabilità della zirconia è stata confermata da una serie di studi eseguiti dall’Università di Dresda, dall’Università di Colonia e di Belgrado, dalla Clinica Odontoiatrica e Stomatologica dell’Università degli Studi di Milano.

I trial clinici hanno evidenziato una buona capacità di osteointegrazione, dimostrando che gli impianti in zirconia si comportano come quelli in titanio e che si legano stabilmente all’osso. Hanno inoltre dimostrato una sopravvivenza del 97%, percentuale simile a quella degli impianti in titanio.

Ovviamente, la scelta dell’impianto e del materiale più adatti al singolo caso è una valutazione da fare con il dentista, perché, ad esempio, è sconsigliato l’inserimento di impianti in zirconia su selle gengivali libere o su arcate completamente prive di denti.

Lo studio dentistico

Il tipo di studio dentistico o di clinica a cui ti sei riferito può determinare una variazione di costo. Ogni studio, o clinica, ha i suoi costi, che possono essere anche notevolmente diversi tra loro.

La possibilità di approfittare delle agevolazioni fiscali da parte dello Stato

Per ultimo, la possibilità per alcuni pazienti di usufruire delle agevolazioni fiscali da parte dello Stato può contribuire ad alleggerire il costo finale dell'operazione.

Le cifre, in media

In Italia, i prezzi di una implantologia a carico immediato possono variare tra i 7.500,00 e 14.000,00 € per un'arcata.

La differenza è data dal numero di impianti e relativa componentistica (quattro o sei impianti, marca, garanzia, e protocollo ) e dalle protesi necessarie.

Come avrai già intuito, gli impianti a carico immediato per i singoli elementi dentali hanno un costo inferiore, che può andare dai 300 euro ai 950 euro.

Costo impianto dentale All on six

I prezzi dei trattamenti All on six sono più bassi rispetto ad altri trattamenti di impianti dentali che richiedono un numero maggiori di impianti o altre tecniche con innesti ossei o interventi chirurgici più complessi.

Il costo dell’implantologia All on six si aggira sui 7000-8000 euro, che potrebbe sembrare una cifra elevata ma se si manterranno controlli regolari dal dentista e una buona igiene orale domestica l’impianto potrà anche non avere dei limiti di tempo.

Con gli impianti All on six bisognerà garantire la tenuta degli impianti nel tempo ed effettuare dei controlli periodici ogni 3 o 4 mesi a seconda dei casi.

Inoltre, oltre a un mantenimento quotidiano eseguito a casa, bisognerà anche eseguire dei controlli periodici con sedute di igiene regolari in studio.

Turismo dentale: perché conviene

Il turismo dentale è un fenomeno in rapida crescita del turismo medico. In sostanza, ruota intorno a persone che viaggiano in paesi stranieri per ottenere cure odontoiatriche a basso costo, spesso combinandole con l'esperienza turistica della loro destinazione.

Una crescita sempre maggiore

Con il mondo che diventa più connesso e il mercato più competitivo, il turismo dentale cresce del 15% all'anno in Europa. Con i costi dentali in aumento, un gran numero delle persone in tutta l’Europa e negli Stati Uniti hanno la difficoltà a procurarsi cure odontoiatriche adeguate, particolarmente quando si tratta delle procedure più complesse.

Questo è il motivo principale per cui le persone si rivolgono a trascorrere le loro vacanze nelle destinazioni che offrono a loro la stessa qualità dei servizi odontoiatrici a prezzi più bassi.

Ci sono diversi motivi per cui i prezzi in alcuni paesi sono più bassi degli altri, ma nella maggior parte delle destinazioni più popolari per il turismo dentale quelli sono i minori costi della manodopera e degli immobiliari - e, più in generale, perché il costo nella vita è minore rispetto all'Italia.

I dentisti in questi Paesi possono permettersi di avere prezzi più bassi rispetto ai loro colleghi nei grandi centri d'Europa e USA, fornendo allo stesso tempo la stessa qualità del lavoro dentale. 

Prenotazioni

Per prenotarsi è sufficiente chiamare la clinica estera desiderata o inviare una e-mail. S

Spesso, nel sito della clinica, è possibile compilare un form e inserire così i propri dati. Si verrà ricontattati al più presto e uno specialista vi indicherà la procedura da seguire per prenotare un appuntamento presso la clinica.

Non affidare la salute della tua bocca al caso, ma fidati di un team di professionisti di alto livello: è sempre la soluzione migliore.

Compilate la richiesta di richiamata se volete essere richiamati dal nostro studio. Vi chiameremo sul numero e nell’orario indicato.

Richiesta di richiamata

Avete qualche domanda da farci? Compilate il modulo di contatto. Vi risponderemo al più presto possibile!

Contatto e-mail

Per un contatto veloce con il nostro studio utilizzate WhatsApp oppure il Facebook Messenger.

Contatto via whatsapp

Contatto via messenger